crisi

La crisi del poker online sembra non avere mai fini e a quanto pare questo febbraio lo conferma ancora. La raccolta del poker cash game online sarebbe di ben 100 milioni di Euro meno rispetto a febbraio dell’anno precedente. Del resto che ci fosse crisi anche in questo settore si sapeva e si poteva capire anche dalla chiusura di alcune piattaforme come ad esempio Netbet poker “in pausa” dal 2 dicembre del 2014. Agimeg ha riportato la lista dei portali maggiormente colpiti dalla crisi e al primo posto pare esserci PokerStars subito seguito da Lottomatica e Microgame. Mentre al 14 posto troviamo Betfair. Regge invece meglio la crisi il poker in modalità a torneo che a quanto pare resta la modalità preferita dei giocatori.